Vincenzo Reda


  • Non sono nato a Torino
  • Non vivo in Calabria
  • Non sono alto bello biondo e con gli occhi azzurri
  • Non ho meno di trentanni
  • Non sono separato né divorziato
  • Non ho figli maschi
  • Non mi sono laureato
  • Non ho mai corso una maratona in meno di 2h58′
  • Non amo in particolare Raffaello e Vincenzo Van Gogh
  • Non stimo assai i romanzieri russi e quelli francesi
  • Non mi piace tanto chi non ama Aldo Giurlani
  • Non pratico il golf e il gioco delle bocce
  • Non amo dire cose impegnative
  • Non so cose importanti
  • Non credo ma non in maniera categorica

 

Curriculum Vitae

- Nato a Pietrafitta (CS) il 1 Ottobre 1954.

- A Torino dal 1960.

- Diploma conseguito nel 1974 e due anni di frequenza presso la facoltà di Lettere e Filosofia con indirizzo linguistico presso l’Università di Torino.

- Corsi di formazione e aggiornamento presso l’Unione Industriale di Torino

e la Confindustria di Roma (1985/91).

- Coniugato dal 1990, una figlia adottiva.

- Scrive di cultura enogastronomica su Barolo&Co e su www.informacibo.it e su HoReCa.

 

IMPIEGHI E MANSIONI

- 1970/76: studiando di sera ho svolto molti lavori, alcuni tra i più duri (manovale in cantiere, catena

di montaggio in Fiat, scaricatore alle Poste, modellista, venditore porta a porta, impiegato agenzia viaggi, ecc.)

- 1977/78: direttore operativo Radio ABC Italiana di Torino

- 1978/80: fotografo pubblicitario e esperto mezzi audio-visivi presso agenzia pubblicitaria

Centrouno di Torino.

- 1980: socio fondatore e amministratore dello studio pubblicitario Stage snc in Torino.

- 1980/83: mansioni gestionali, di strategia dell’immagine e di marketing nella Stage.

- 1983/89: prima consulente, poi direttore commerciale e infine amministratore delegato presso

la Edis Srl di Torino, azienda editoriale con 11 dipendenti e 800 mln. di fatturato.

L’azienda era specializzata nella produzione di bustine contenenti figurine a carattere soprattutto didattico e sportivo, mirate verso un target di bambini in età scolare (fornitrice della Panini di Modena

e con quota export del 50%).

Dimissioni nell’89, con l’azienda cresciuta a 3,5 mld. di fatturato e 23 dipendenti.

- 1990/96: socio e amministratore delegato di Proget Srl e Age Srl di Torino, con attività essenzialmente gestionale in campo editoriale (rivista nazionale della Uisp e altre testate locali in ambito medico), Pr, manifestazioni fieristiche e convegnistiche istituzionali (Enti pubblici, Partiti, Associazioni, ecc.).

Inizio collaborazione con IGE Musumeci Spa di Aosta.

- 1993/96: socio e amministratore delegato del Centro Scientifico Editore Srl, azienda editoriale specializzata in pubblicazioni medico-scientifiche, con 12 dipendenti e circa 5,5 miliardi di fatturato.

- 1996: liquidazione quote Proget Srl e Centro Scientifico Editore Srl, con dimissioni da ogni carica sociale; acquisizione maggioranza assoluta Age Srl (incarico di amministratore unico) e contratto di consulenza editoriale e commerciale con Industrie Grafiche Editoriali Musumeci Spa di Aosta.

- 1997/8/9: esclusiva attività commerciale e di Pr. per conto della testata Oasis soprattutto per grandi clienti (Fiat, Bmw, Mercedes, Volvo, Ministeri, Assessorati regionali, provinciali e parchi nazionali); vendita di spazi pubblicitari per la testata Prima Comunicazione e suoi annuari (fino al 2009).

- 2000: consulente personale dell’editore Bruno Boggero per la rivista trimestrale Rendez Vous Italia. Formazione e consulenza per conto dell’Editoriale Quarto Potere di Torino (Il Borghese).

Consulente dell’Ente fiera della Regione Marche di Ancona per la manifestazione “Parco produce”, per cui ho curato lo sviluppo commerciale, l’organizzazione e i convegni per le edizioni 2000, 2001 e 2003.

- 2001: agente per la Giorgio Mondadori Editore (Airone e Bell’Italia). Incarico disdetto a fine anno.

- 2002: per conto di Lingotto Fiere Spa ho curato la 1° edizione della manifestazione a carattere europeo “Parchi del 2000″, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, della Regione Piemonte e della Federparchi.

Consulenze commerciali e editoriali per vari editori (Veronelli, Techné, Fioratti…)

- 2003: ho mantenuto la collaborazione col mensile Prima Comunicazione e consulente dell’Ente Fiera di Ancona e del Lingotto di Torino per alcune manifestazioni fieristiche. Iniziato a scrivere sul trimestrale Barolo & Co articoli di cultura enogastronomica.

- 2004: da gennaio a luglio consulente di gestione dell’Azienda Agricola Giacomo Marengo a Palazzuolo (Arezzo), con attività in campo enologico, agricolo e agrituristico.

- 2004/2005: da settembre a aprile agente per la Collezioni Numismatiche di Roma (Ex Zecca

dello Stato), vendita su appuntamenti di oggetti preziosi da collezione (Piemonte e Liguria).

- 2005/6/7: insieme al rapporto con Prima Comunicazione svolgo sporadica attività imprenditoriale nel campo della comunicazione grafica e pubblicitaria con la mia società Age snc.

- 2006/7/8: da maggio 2006 consulente editoriale per alcuni periodici di nicchia De Agostini (Amadeus, Archeo, Medioevo e Pharaon) e per il free press “La Piazza”.

- 2008: incarico dall’Ente Regionale Fiere di Ancona per organizzare la 1° “Borsa Europea del Medioevo”, da me ideata.

- 2009: interrotte le consulenze per Prima Comunicazione, per Archeo e Medioevo (Pharaon è stato chiuso).

- 2010/2011: incarico dalla Regione Val d’Aosta per il convegno Internazionale di Archeologia “Restituire la Memoria”; incarico dell’Ente Parco di Stupinigi per l’organizzazione della mostra-convegno “Strade reali e vini del Re”; incarico di consulenza editoriale per le testate Focus Storia e Geo di Gruner.Da dicembre 2010 collaboro con il mensile HoReCa, con articoli di enogastronomia.

 

INCARICHI ASSOCIATIVI

- 1989/91: vicepresidente Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione Industriale di Torino.

- 1992/95: vicepresidente nazionale Associazione Italiana Piccoli Editori (AIPE), con incarichi

di responsabile di segreteria.

- 1995/1999: consigliere di Piccolindustria, delegato rappresentante la categoria editori, dell’Unione Industriale.



Gallery

Di seguito alcuni esempi dei miei lavori eseguiti dipingendo con il vino.

Oltre a vino su carta (formato 50×70 cm. più o meno), ci sono alcuni murali eseguiti sia con il vino sia con tempere.

Ho anche riprodotto alcune etichette i cui originali sono sempre stati dipinti con il vino cui dovevano servire, stampate, a vestirne le bottiglie.

C’è, inoltre, il “Tavolvino” un’installazione di vino su cristallo.